La scatola dei ricordi granata

Non chiamatelo (solo) viveur!

Non chiamatelo (solo) viveur!

Galante e Chiambretti alla presentazione della squadra

Pensando a Fabio Galante non ci vengono in mente i flirt con le starlette, le copertine dei giornali scandalistici o le serate in discoteca…
In realtà sì, per forza! A cavallo degli anni '90 e 2000, la golden age del rotocalco rosa, eravamo bombardati dalle notizie sulle avventure amorose dei calciatori; anche un eremita ascetico buddista conosceva le abitudini serali dei big Three: Galante, Vieri, Coco.
Tra l'altro, tutti e tre passati dal Toro!

Galante in riscaldamento prepartita

Oltre a questa immagine da gaudente giovanotto noi tifosi lo ricordiamo a sudare la maglia granata per cinque stagioni: dal 1999 al 2004.
135 partite giocate e 6 reti, numeri da protagonista della difesa del Toro.
D'altra parte non fosse stato un serio professionista Massimo Moratti non avrebbe acquistato dal Genoa l'allora più giovane marcatore nel derby della Lanterna per affiancarlo a Bergomi, Zanetti, Colonnese, West..
Dopo 3 stagioni trascorse con i nerazzurri, con i quali perde per un soffio lo scudetto nella stagione '97/'98, approda al Torino neopromosso nella stagione '99/'00, un anno sfortunatissimo al termine del quale la squadra non riesce a salvarsi per soli 3 punti.

Galante derby 2000 La stessa jella che non concede la gioia del pareggio a Fabio il 1° marzo 2000 in quel derby assurdo, vinto dalla Juventus 3-2 , grazie a due euro-autogol (Brambilla e Lentini) e un rigore. La straordinarietà di questa partità non sta tanto nella sfiga dei due poveri autocannonieri, quanto nei due rigori concessi al Torino e dal fatto che alla Juve non veniva fischiato contro un penalty da QUARANTA partite!
Galante in Torino-Venezia

La stagione successiva, dopo un avvio non brillantissimo, è protagonista con il resto della squadra di una clamorosa rimonta che inizia con la storico filotto delle 8 vittorie consecutive e si conclude con il primo posto in campionato.

 

Galante al derby 2002

Al suo terzo anno al Toro è ormai il pilastro inamovibile della difesa granata; il mister Camolese non può fare a meno di lui, motivo per il quale risulta essere il giocatore, insieme a Simone Vergassola, con più presenze a fine campionato. La squadra arriva 11° e si qualifica per l'Intertoto, ma soprattutto pareggia due derby ormai passati alla storia come 'La buca di Maspero' e 'Le corna di Maresca'.
Purtroppo l'anno successivo la squadra entra in una fortissima crisi e retrocede arrivando ultima.
Durante i suoi ultimi 12 mesi in granata le scorie dell'anno precedente non si smaltiscono e la classifica a fine stagione parla di un Toro al 12° posto in serie B.

Per i tuoi 47 anni noi Mariatti vogliamo augurarti buon compleanno ricordandoti che non sarai mai così bello come quando scendesti in campo con i capelli tinti di granata in Torino-Cosenza per festeggiare la promozione in serie A!

Collezioni

Mariatti - Ciondolo Toro Mini oro giallo - Gioielleria Mariatti Torino - Gioielli e oggetti del Toro
Anello cuore di Toro in argento - Gioielleria Mariatti Torino
Distintivo Toro Mini in oro - Gioielleria Mariatti
Gemelli Toro Mariatti - Gioielleria Mariatti Torino
Mono orecchino toro oro Mariatti - Gioielleria Mariatti Torino
Mariatti - Bracciale Toro - Gioielleria Mariatti Torino - Gioielli e oggetti del Toro
Gioielleria Mariatti - Orologio Torino Calcio cronografo quarzo con cassa e bracciale acciaio
Portachiavi Toro Mariatti - Gioielleria Mariatti Torino
Boccale Torino Calcio - Gioielleria Mariatti Torino